La borsa da medico, ieri e oggi

Cartella The Bridge

La borsa medico, altrimenti detta borsa da dottore, è un accessorio che per tanto tempo nell’immaginario collettivo è stata accostata alla figura provvidenziale del camice bianco che notte tempo giungeva nella casa dell’ammalato a prestare il suo soccorso.  La ragioni dell’utilizzo della borsa medico sono molteplici: in primo luogo bisogna rispondere alle esigenze di una visita domiciliare standard, ma d’altro canto deve sapersi adattare ad una condizione di urgenza estemporanea.

Un modello storicamente molto riuscito e tutt’ora molto il voga presso il pubblico dei professionisti è la borsa da medico The Bridge. Lo sviluppo della guardia medica e la diffusione capillare di istituti di pronto soccorso hanno ridotto gli interventi domiciliari da parte dei medici che, tuttavia, ancora oggi non riescono a fare a meno della loro caratteristica borsa da lavoro.

Il celebre marchio fiorentino ha sviluppato una specifica cartella per i professionisti dal camice bianco: la borsa da dottore The Bridge della linea Story Uomo, con dimensioni 36x23x17 cm, è disponibile in ben 5 diverse colorazioni, dal classico color cuoio al rosso.
Questa linea, dedicata alla pelletteria rustica, offre un materiale di assoluto pregio: si tratta di pellame vegetale tamponato a mano. Questo esclusivo materiale costituisce un autentico pezzo unico che negli anni è destinato ad acquistare pregio e bellezza.

Il pellame è stato conciato con grassi animali e oli vegetali, tamponato a mano con anilina e lucidato con rullo d’ambra nella tipica lavorazione artigianale fiorentina che esalta la naturale bellezza delle cartelle The Bridge in pelle rendendo di fatto unico ogni prodotto che invecchiando acquista valore con le venature del suo pregiato materiale.