The Bridge: un ponte per la Tanzania

The Bridge un ponte per la Tanzania

Il 12 e 13 Ottobre si è svolta presso piazza Castelnuovo il tanto atteso evento The Bridge, un ponte per la Tanzania. Con i prodotti messi a disposizione dal celebre marchio fiorentino, la manifestazione ha previsto una raccolta fondi il cui ricavato è stato interamente devoluto in beneficenza in favore di AgisciPalermo Onlus, una realtà operativa non soltanto a livello locale (con il poliambulatorio Ippocrate gratuitamente aperto a tutti) ma anche e soprattutto in ambito internazionale con il progetto Itanzanlia attivo dal 2012. Nello specifico l’evento aveva ad oggetto la raccolta di quei fondi necessari ad ultimare i lavori per la costruzione di un centro di prima accoglienza ad Ipogoro.

Temporary Store The Bridge

Lo Scalia Group si è dimostrato fin da subito un entusiastico partner del progetto che, grazie alla collaborazione di Radio Time, ha portato alla realizzazione di una vera e propria kermesse destinata a diventare un appuntamento periodico per la città di Palermo.

Grandi ospiti si sono succeduti a prestare la propria testimonianza ed il proprio volto in favore della raccolta: per rompere il ghiaccio Francesco Piro ha inaugurato la giornata con i “colori del mondo” per coinvolgere anche i bambini in una simpatica improvvisazione pittorica, nel pomeriggio di sabato si sono succeduti interventi di spessore con Salvo Piparo (applaudito a scena aperta), il quartetto d’archi Montalbano Rizzuto D’amato Rigano e la Treephase Band.

995227_306561862817281_248392686_n

La domenica è stata allietata sin dalla mattina da “Giocoleria” che con i suoi artisti di strada ha suscitato sorrisi tra i più piccoli e persino nei più adulti con una travolgente simpatia mentre il gruppo “Capoeira do Mar” ha fatto esaltare tutti i presenti in una folkloristica febbre del ballo. Il gran finale è stato affidato a Giuseppe Milici che con la sua armonica ha emozionato tutta la piazza unita in una solenne catarsi.

Come se ciò non bastasse, l’evento è stato arricchito dalla presenza di Radio Time che nel corso delle due giornate ha realizzato diversi appuntamenti radio in diretta proprio da piazza Castelnuovo intervistando e coinvolgendo gli ospiti invitati e i passanti occasionali.