Un nuovo incontro Scalia Group con i ragazzi del Progetto Moda

1

Il Progetto Moda realizzato per la scuola in collaborazione con l’azienda Braccialini prosegue nel suo svolgimento con un nuovo appuntamento tra i membri del team Scalia Group ed i ragazzi dell’Istituto Damiani Almeyda Crispi.

Durante questo ultimo incontro alcuni studenti si sono recati presso il punto vendita Scalia Bags in Via Marchese di Villabianca 205, da sempre un luogo di riferimento per tutti i clienti, per prendere visione con i loro occhi delle varie caratteristiche delle borse Braccialini, con lo scopo di poter lavorare al meglio alla parte finale del progetto, che consiste nella realizzazione da parte dei ragazzi di un nuovo modello di borsa donna adatta a conciliare sia la bellezza artistica di un prodotto realizzato all’insegna della creatività sia la funzionalità e praticità che richiedono gli impegni quotidiani della donna contemporanea. Per lo svolgimento di tale compito gli studenti di più classi stanno lavorando simultaneamente, tenendo conto sia del lato estetico che di quello economico che stanno alla base della realizzazione di un accessorio di moda.

I modelli Braccialini nascono come prodotti di qualità e dallo stile davvero particolare; per questo motivo all’interno del negozio i partecipanti alla visita hanno potuto analizzare a fondo le borse del brand per conoscerne le misure, i dettagli ed in generale ogni piccola caratteristica; in questo modo hanno potuto confrontarsi tra loro e con i membri del team Scalia per chiarire i loro dubbi.

Tra tutte le borse mostrate, gli studenti hanno potuto osservare da vicino anche i modelli del marchio facenti parte delle linee Primavera/Estate 2022 Audrey e Britney, ed hanno potuto costatare differenze e similitudini tra questi prodotti.

Più in particolare, poiché il marchio Braccialini ha da sempre apprezzato l’impiego di tanti materiali differenti per le borse donna, è stato mostrato come l’utilizzo di materie diverse (specificatamente, pelle per la collezione Audrey e similpelle per la Britney) comporti anche una variazione del costo di produzione, e conseguentemente di acquisto, dei due prodotti.

Dato che i ragazzi dovevano anche valutare l’aspetto più tecnico delle borse, hanno potuto notare la differenza tra i modelli con due manici, con manico singolo o con i vari tipi di tracolla. Sono state osservate anche tutte le decorazioni ed i piccoli dettagli presenti, di cui la Braccialini da sempre fa un suo innato punto di forza: la linea Audrey, infatti, è un esempio di tutto ciò, grazie anche al maxi dettaglio gioiello e alla stampa che mostra frontalmente. I ragazzi hanno posto domande anche in merito alle varie tipologie di chiusura e alle caratteristiche delle patte, ed hanno potuto anche conoscere la dimensioni dei modelli in modo da sapere le misure adatte ad una borsa lavoro.

Così, attraverso questa visita, è stato loro possibile continuare nella progettazione e definizione della borsa donna che, grazie all’aiuto ed ai consigli della Braccialini, hanno già cominciato ad ideare, mediante il loro impegno e la loro meravigliosa creatività.