Progetto Moda di Scalia Group per la scuola in collaborazione con Braccialini

scuola-5

Negli ultimi tempi, Scalia Group ha avuto il piacere di condividere un Progetto Moda con gli studenti dell’Istituto superiore Damiani Almeyda Crispi.

Giunti ormai al termine degli incontri, l’azienda Scalia Group si ritiene abbastanza soddisfatta dello svolgimento poiché, tramite questi appuntamenti, si era prefissata l’obiettivo riuscire a coinvolgere dei giovani ragazzi in un progetto che valutasse vari aspetti ed elementi legati al mondo della moda.

Tutto ciò, infatti, ha portato gli studenti a porsi tante domande e curiosità che hanno permesso loro di riflettere e pensare al futuro, ai loro studi e ad una possibile professione lavorativa che li interessasse all’interno del mondo dei processi relativi a produzione, commercio e marketing.

Dunque, grazie al coordinamento della Professoressa Delia Sardina, durante lo svolgimento di questo progetto sono stati valutati sia il lato artistico che i retroscena commerciali che si trovano alla base della creazione di un modello di moda; quindi, mediante una serie di incontri avvenuti tra i ragazzi e diverse figure facenti parte del team dell’azienda Scalia, il progetto si è basato su un’esperienza di scambio di idee e opinioni, per lavorare sulla progettazione, realizzazione e anche immissione sul mercato di un modello Braccialini che riuscisse a combinare la bellezza di un accessorio di moda con un design pratico e comodo, perfetto per una donna in carriera.

In questo modo gli studenti hanno potuto osservare e valutare tutto l’iter di creazione di un prodotto, che parte da un’idea e la realizza in ogni sua forma; successivamente sono passati per la parte logistica e di gestione, di cui erano già a conoscenza a livello teorico, concludendo il tutto con degli incontri che vertevano sulle tecniche espositive, di vendita e di marketing.

Alcuni appuntamenti, inoltre, sono stati svolti anche all’interno degli spazi di Scalia Group.

Più in particolare, i dettagli concernenti la vendita e il marketing sono stati analizzati durante una visita dei ragazzi nel punto vendita Scalia Bags in Via Marchese di Villabianca 205, dove non solo hanno partecipato ad un’analisi di prodotto nelle sue sfaccettature con le annesse strategie di vendita, ma hanno assistito anche alla spiegazione del processo integrativo che avviene tra negozi fisici e mondo online; in particolare è stata sottolineata anche l’importanza di questo concetto, poiché il mondo digitale, che mira a fornire un’assistenza simile a quella di un punto vendita, oggigiorno rappresenta una tipologia di shopping richiesto ma molto avanzato ed integrato.

La seconda parte dell’incontro si è svolta nel centro direzionale dell’azienda, con l’obiettivo di far inserire in prima persona i ragazzi dentro le dinamiche aziendali stesse, in particolare nel mondo legato al sito online.

Gli studenti hanno così preso visione di tutte le fasi di backstage per la vendita, come l’arrivo e lo stoccaggio, l’elaborazione e l’organizzazione del sito e-commerce ma anche la creazione dei blog per il magazine aziendale.

Hanno anche sentito parlare della realizzazione delle schede prodotto, che riportano tutti i dettagli del prodotto stesso comprese le fotografie still life, finalizzate alla vendita online. Durante la visita alla creativity room hanno anche avuto l’opportunità di mettersi in posa davanti all’obiettivo per qualche scatto in compagnia dei nuovi modelli di borse Braccialini.

La loro partecipazione ed il loro coinvolgimento sono stati ben presenti durante tutto l’incontro, poiché i ragazzi si sono dimostrati affascinati dal mondo del lavoro e proiettati verso il loro futuro: infatti, sono stati incuriositi nel domandare, ad esempio, quale potesse essere la facoltà universitaria idonea per dedicarsi alla fotografia, al mondo dell’editing e dei blog; hanno mostrato molto interesse per l’ambito di analisi dei dati aziendali, interrogandosi sulle funzioni di una corretta analisi e sulle migliorie possibili da apportare; hanno anche notato in che modo l’occhio voglia la sua parte all’interno di un ambito aziendale, dunque come la disposizione fisica dei negozi, ma anche degli ambienti del centro direzionale, abbia la sua fondamentale importanza.

Gli spunti di riflessione per i partecipanti all’incontro sono stati numerosi, e hanno portato a dialoghi stimolanti sia per gli studenti, che per il corpo insegnanti, che per i membri del team Scalia, i quali sono riusciti anche loro ad imparare tanto da questo progetto.

In generale, i riscontri in merito a questi appuntamenti sono stati positivi, e gli studenti si sono dimostrati felici dell’iniziativa che, grazie alla gentile collaborazione con gli insegnanti, è stato possibile mettere in atto: hanno, infatti, gradito poter prendere visione in prima persona di tutto ciò che avevano appreso solo attraverso concetti prettamente teorici.

Il progetto è stato portato avanti grazie alla partnership con Braccialini, con la quale la famiglia Scalia intrattiene rapporti di cooperazione da più di cinquant’anni e che è sempre pronta ad accogliere le iniziative dell’azienda palermitana; a questo proposito piace ricordare il bellissimo omaggio rappresentato dal modello Belsole Sicilia, disegnato e dedicato alla madre di uno dei titolari dello Scalia Group, grazie alla quale il marchio Braccialini è arrivato a Palermo negli anni settanta.